Clicca qui per modificare il titolo

Clicca qui per modificare il sottotitolo

News

LA CESSIONE D'AZIENDA: CONTRATTO DEFINITIVO E PRELIMINARE

Pubblicato il 05 aprile 2019 alle 17.20



Prima di procedere alla stipula del contratto definitivo di cessione d’azienda, le parti tendono, nella prassi commerciale, a redigere un primo atto che assume la forma di un contratto preliminare, cioè una semplice lettera d’intenti, mediante il quale le parti si impegnano a concludere, in un momento successivo, il contratto definitivo che produrrà il passaggio di pro...

Leggi tutto il post »

LA TRASFORMAZIONE SOCIETARIA NEL CONCORDATO PREVENTIVO

Pubblicato il 14 marzo 2019 alle 09.15



La trasformazione societaria può essere utilizzata quale strumento per il superamento della crisi aziendale all'interno della procedura di concordato preventivo poiché, non comportando alcuna circolazione di ricchezza ma solo una modifica della veste giuridica dell’impresa, non vi è il rischio di pregiudizio nei confronti dei creditori. In aggiunta lart. 2499 c.c. disciplin...

Leggi tutto il post »

LA FUSIONE SOCIETARIA NEL CONCORDATO PREVENTIVO

Pubblicato il 13 febbraio 2019 alle 14.45



Con la riforma del diritto societario, è stato resa ammissibile l’operazione di fusione all’interno della procedura di concordato preventivo: la fusione deve presentare profili di convenienza incontrovertibili tali da assicurare la massima soddisfazione per tutte le masse creditorie interessate dall’operazione straordinaria in parola. 

L...

Leggi tutto il post »

LA PERIZIA DI STIMA NELLE TRASFORMAZIONI SOCIETARIE OMOGENEE EVOLUTIVE

Pubblicato il 08 novembre 2018 alle 15.45



Il codice civile prevede l'obbligo di redazione della perizia nel caso di trasformazione di società di persone in società di capitali, al fine di tutelare l’interesse pubblico sull’effettiva esistenza del patrimonio netto della società trasformanda, poiché la stessa sarà la principale garanzia per i creditori della società. Infatti la perizia non dovrà ...

Leggi tutto il post »

LA RESPONSABILITA' DEL NUOVO AMMINISTRATORE

Pubblicato il 05 novembre 2018 alle 14.40



La sentenza n. 39230 del 29/08/2018 della Corte di Cassazione, Sezione III penale, ha ribadito come il nuovo amministratore che subentra nella carica ha l’onere di verificare la contabilità, i bilanci e le ultime dichiarazioni dei redditi, perché qualora ciò non avvenga non solo sarà chiamato a rispondere del reato del mancato versamento delle imposte in precedenza n...

Leggi tutto il post »

PROCEDURE CONCORSUALI E LA LIQUIDAZIONE DELL'IMPRESA

Pubblicato il 31 maggio 2018 alle 13.50



Le imprese sono non fallibili nel momento in cui sono rispettati contemporaneamente i requisiti indicati nell’art. 1 L.F.:

a) L’impresa ha avuto, nei tre anni precedenti il deposito dell’istanza di fallimento, un attivo patrimoniale (voci A, B, C, D, dello stato patrimoniale) annuo inferiore a 300.000 €.

...

Leggi tutto il post »

CONTENUTO DEL PIANO ATTESTATO DI RISANAMENTO

Pubblicato il 15 maggio 2018 alle 00.10



Il piano attestato di risanamento presenta un contenuto industriale poiché finalizzato al superamento della crisi aziendale per la prosecuzione dell’attività imprenditoriale.

I principi approvati dal CNDCEC, a cura di AIDEA, ANDAF, APRI e OCRI, pongono l'accento sul contenuto del piano quale:

1) Individuare ed analizzare le caus...

Leggi tutto il post »

AFFITTO D'AZIENDA E LA GESTIONE DELLA CRISI D'IMPRESA

Pubblicato il 19 marzo 2018 alle 16.00



Tra gli strumenti di gestione della crisi aziendale, assume un ruolo rilevante l'affitto d'azienda sia per salvaguardare la continuità aziendale e il valore dell’impresa, sia per un'eventuale cessione definitiva dell’azienda.

La concessione in affitto dell’azienda ad una impresa di nuova costituzione (newco), 

Leggi tutto il post »

IL REQUISITO SOGGETTIVO NEL FALLIMENTO

Pubblicato il 06 marzo 2018 alle 16.55



Oltre al requisito oggettivo, un'impresa per essere fallibile deve rispettare il requisito soggettivo esposto nel primo comma dell’articolo 1 L.F., in base al quale sono fallibili esclusivamente gli imprenditori commerciali privati definiti dall'art. 2195 c.c., cioè coloro che svolgono una delle seguenti attività: 

Leggi tutto il post »

IL REQUISITO OGGETTIVO PER LA FALLIBILITA'

Pubblicato il 23 febbraio 2018 alle 14.40



La fallibilità di un imprenditore dipende dal rispetto congiunto di due requisiti: requisito oggettivo e requisito soggettivo.

I requisiti in questione sono indicati nell’articolo 1 della legge fallimentare, << possono accedere alle disposizioni sul fallimento e sul concordato preventivo gli imprenditori che esercitano una attività ...

Leggi tutto il post »